Home  L'angolo della poesia L'angolo della poesia  Avvenimenti e opinioni Avvenimenti e opinioni  Tema libero in piazza Tema libero in piazza   
 
Tutto PAESEMILI
22 Gennaio, 2019, 11:15:36 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 
   Indice   Aiuto Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Dati sensibili e siti internet  (Letto 5851 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
biagio
Low Moderator
nuovo miloto
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 19



WWW
« inserito:: 11 Ottobre, 2009, 20:22:08 »

Udite udite; ieri sera, alle 19 circa è stato violato, da due hacker, il sito delle poste. Nulla di realmente grave, i dati personali, come hanno dichiarato i vertici di poste.it, sono salvi.
Questa la pagina comparsa
http://img126.imageshack.us/img126/3334/poste.jpg
Ho cominciato questa discussione per far conoscere i reali rischi che corrono gli utenti proprietari di account gmail e hotmail. Da qualche settimana è noto l'attacco sotto forma di phishing messo in piedi da malintenzionati. Inducono gli utenti a loggarsi da una pagina che solo all'apparenza è identica a quella originale, ma che in realtà non lo è, o meglio, siamo da un'altra parte e non nel sito reale, quello che ci interessa. In questo caso parlo di hotmail e gmail ma la stessa cosa vale per tutti i siti dove vengono richieste le credenziali d'accesso, facebook compreso. Verificate sempre nella barra degli indirizzi del browser. L'indirizzo non deve essere un numero o qualcosa di diverso dal sito che state utilizzando. Esempio: hotmail comincia cosi: http://login.live.com.... ecc. ecc., mentre gmail cosi: https://www.google.com/accounts/Login?hl=it&continue=http://www.google.it/ Subito dopo http e le due // ci deve essere qualcosa che identifica il sito a cui ci si sta connettendo. Se cosi non fosse fuggite da quel sito!! Perchè vi dico questo?!? semplicemente perchè nelle ultime settimane, con questo metodo, sono state rubate le credenziali d'accesso a migliaia di utenti. Il problema si fa serio perchè molti di noi utilizzano la stessa password per cose più serie come l'accesso al conto on-line oppure utenze di vario tipo come telecom, energia ellettrica gas e quant'altro. Bene, se avete qualche dubbio cambiate immediatamente la password del vostro account in questione e anche quelle delle utenze prestando sempre la massima attenzione a non utilizzare password uguali. Windows poi ha anche le sue, di magagne, ma qua il discorso si complica, magari ne parlo più in la.
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!
 

WEBMASTER

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it