Home  L'angolo della poesia L'angolo della poesia  Avvenimenti e opinioni Avvenimenti e opinioni  Tema libero in piazza Tema libero in piazza   
 
Tutto PAESEMILI
24 Giugno, 2019, 12:46:40 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 
   Indice   Aiuto Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Emergenza alluvione  (Letto 17795 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
FrancescoViola
nuovo miloto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 12



WWW
« inserito:: 05 Ottobre, 2009, 10:44:44 »

Ciao a tutti,
apro questa discussione affinché si possano raccogliere qui le opinioni che come "urli" sono destinati a perdersi.
Ribadisco qui quanto scritto sul sito di Pezzolo:

Siamo tutti in pericolo:
Pezzolo, Molino, Altolia, Giampilieri, Briga, Santo Stefano Briga, Santo Stefano medio, Galati, Mili, Runci, Santa Margherita, Scaletta, Roccalumera ecc... ecc.... ecc...
Tutti puri iatti e cani a fari BUDDELLU a Missina paralizzannu a città e non quattru amici al bar spappagghiati a dui a dui!!!
Io a pensu a cussì   Angry
Registrato
biagio
Low Moderator
nuovo miloto
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 19



WWW
« Risposta #1 inserito:: 05 Ottobre, 2009, 17:00:36 »

Giovanni, secondo me i tempi non sono ancora maturi per queste cose e forse in questo paese non lo saranno mai. Manifestare non serve a nulla secondo me. Non cambia le cose. Non ascoltano! Alcuni dei fatti certi su questa tragica alluvione: la quantità d'acqua caduta, in quelle ore, da Itala a S. Margherita; si parla di 300mm in 5 ore. Questo equivale 300 litri per metro quadro, un evento più unico che raro. Se avessero speso un po di quei soldi, già stanziati per il territorio, parlo delle montagne sopra i centri abitati, l'impatto di quella bomba d'acqua sarebbe stata sicuramente più contenuta. Altra cosa, ma non datemi dell'antiberlusconista, e solo una riflessione sull'accaduto sicuramente opinabile. Ieri il presidente nella conferenza stampa ha detto con fermezza che l'allerta meteo è stata data con ore di anticipo (non si è capito a chi) e si sapeva che avrebbe piovuto forte, non in quel modo e in quella zona precisa, ma comunque forte, mi chiedo; ma questi eventi eccezionali perché non vengono segnalati per tempo interrompendo le normali trasmissioni tv ormai piene "del nulla". La tv è il mezzo di comunicazione più diretto e più utilizzato in tutte le case al giorno d'oggi. Ci viene a dire adesso che si sapeva? Non ci sono parole!! Se l'avessero detto ore prima, interrompendo "il nulla" televisivo penso che a qualcuno gli sarebbe venuto il dubbio se rimanere in casa o spostarsi da qualche altra parte, parenti, amici o comunque in posti più sicuri, via, lontano dalle montagne.......

Qui potete leggere l'articolo con note dove la protezione civile smentisce il premier.
http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/cronaca/messina-frana/allarme-polemica/allarme-polemica.html

qui le foto del cuspide venutosi a creare sopra l'abitato di Giampilieri, quello che ha provocato il maggior numero di vittime
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/cronaca/alluvione-3-ottobre/1.html

Io nel mio piccolo da semplice appassionato seguo il meteo e quando si verifica una situazione eccezionale scrivo qualcosa qua e la su forum e urlobox, solo per passatempo, scambiando opinioni e punti di vista, come in questo sito. Ma non è normale che le persone, gente comune e semplice debba andarsi a cercare notizie come questa, che possono fare la differenza tra la vita e la morte. La notte del 22 settembre si è verificata una situazione eccezionale nel canale di Sicilia, molto simile, ma ancora più potente di quella che ha provocato questa tragedia. Ha poi solo lambito, per fortuna, la mattina del 23 la zona di Letojanni, anche li le solite immagini di devastazione. Speriamo bene per i prossimi due mesi. Io, nel mio piccolo, cercherò di tenervi aggiornati se si verranno a creare condizioni particolari. Ciao.
Registrato
biagio
Low Moderator
nuovo miloto
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 19



WWW
« Risposta #2 inserito:: 05 Ottobre, 2009, 22:22:46 »

Francesco scusa, non so per quale motivo ho cominciato il discorso con Giovanni. Ciao.
Registrato
pietro
amor vincit omnia
Administrator
Jr. Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 99


WWW
« Risposta #3 inserito:: 05 Ottobre, 2009, 23:40:28 »

 Ciao ,Francesco , ciao Biagio.
 Ho apprezzato molto l'argomento che avete introdotto e sono daccordo su quanto suggerito , vorrei solo aggiungere su quanto detto da Biagio sulla tempestività delle segnalazione e dello stato di allerta, che può essere utile solo in certi casi non sicuramente  in questa situazione straordinaria,  300mm sono una catastrofe su ogni luogo e terreno a maggior ragione su un territorio a rischio frane come il nostro con case costruite sopra  torrenti e antichi canaloni che una volta facevono defluire le acque della montagna. Me ne sono reso conto   ieri pomeriggio, quando salendo verso i luoghi del disastro,(Molino -Altolia) ho visto con i miei occhi che l'acqua è riuscita  a scavare per oltre  ben 4 metri di profondità  nella montagna mettendo in luce   larghi  e ben ingegnosi  argini edificati dai nostri avi  e  nascosti perchè mai puliti da noi , sommersi dalla nostra incuria ,menefreghismo  e dal nostro edificare selvaggio : "acqua e focu datici loghu"







« Ultima modifica: 06 Ottobre, 2009, 08:58:36 da pietro » Registrato
biagio
Low Moderator
nuovo miloto
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 19



WWW
« Risposta #4 inserito:: 06 Ottobre, 2009, 10:23:37 »

La quarta foto è il bivio per Molino, dove ci sono le scuole. Sono scomparsi tutti i punti di riferimento, trascinati a valle. In quel punto il panorama è completamente cambiato. Penso avrai altre foto, appena puoi inseriscile. Ciao.
Registrato
biagio
Low Moderator
nuovo miloto
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 19



WWW
« Risposta #5 inserito:: 07 Ottobre, 2009, 16:14:59 »

Ecco una foto aerea ravvicinata  della zona dove si è verificato lo smottamento più importante, Giampilieri superiore prima dell'alluvione. Di solito, su bing, nella vista ravvicinata, le immagini non sono più vecchie di due-tre anni, a volte quattro.
Ecco, questa è l'immagine della zona devastata dall'alluvione del primo di ottobre.
Riporto di seguito alcuni link con immagini della stessa zona ripresa da angolazioni diverse, prima dell'alluvione.
qui vista da ovest
qui vista da nord
ed infine qui vista da est
Non oso immaginare cosa sarebbe potuto accadere se una simile quantità d'acqua fosse caduta nelle zone che vanno da S.Margherita a Mili, Larderia, Tipoldo, Zaffaria o nelle zone che via via interessano tutte le vallate fino Messina città. Il Boccetta, V.le T. Cannizzaro, V.le Gazzi, Torrente Trapani, V.le Annunziata sono tutti torrenti coperti dove le acque piovane vengono convogliate in mare, come dicevo prevalentemente solo acque piovane. Normalmente, anche nei periodi invernali, il letto di questi torrenti è contenuto in un paio di metri, un po come quello di Scaletta. Qui però le precipitazioni sono state eccezionali ed hanno provocato il crollo di un palazzo. Speriamo bene.
Registrato
Paolo Cocuzza
nuovo miloto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 5


« Risposta #6 inserito:: 07 Ottobre, 2009, 17:55:39 »

Ciao a tutti, sicuramente un evento eccezzionale, noi  conosciamo il disagio che si prova a perdere tutto, nel 1974 non  ci sono state vittime a mili perchè il tutto si è verificato nella mattinata.
Per quanto riguarda le comunicazioni che fà la protezione civile posso aggiungere un particolare, da quando c'è stata  l'alluvione a Crotone o a Soverato, in cui hanno perso la vita parecchie persone in un campeggio situato alla foce  di un  torrente,  da quel periodo le comunicazione di piogge torrenziali arrivano sempre anche se   solo fa quattro schizzi,  e lo fanno per togliersi la responsabilità. Alla  fine questi comunicati non sono più credibili, tipo quel detto che io non ricordo, mi pare  sia questo, che quando si grida sempre  attenti al Lupo, e poi quando il Lupo c'è davvero  nessuno ci crede.
Saluti per tutti.
Registrato
FrancescoViola
nuovo miloto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 12



WWW
« Risposta #7 inserito:: 08 Ottobre, 2009, 09:43:28 »

[...] da quando c'è stata  l'alluvione a Crotone o a Soverato, in cui hanno perso la vita parecchie persone in un campeggio situato alla foce  di un  torrente,  da quel periodo le comunicazione di piogge torrenziali arrivano sempre anche se   solo fa quattro schizzi,  e lo fanno per togliersi la responsabilità. Alla  fine questi comunicati non sono più credibili, tipo quel detto che io non ricordo, mi pare  sia questo, che quando si grida sempre  attenti al Lupo, e poi quando il Lupo c'è davvero  nessuno ci crede.
Saluti per tutti.

Dopo aver letto i vari comunicati della protezione civile dei giorni prima dell'alluvione, anch'io ho avuto questa impressione!!!
Come spesso accade, sul lavoro si passa il 75% del tempo a riempire carte ed inviare segnalazioni varie al solo scopo di "pararsi" da ogni eventualità futura e questo lo si può constatare a partire da piccole realtà lavorative private, figuriamoci in un contesto di pubblica amministrazione!!!
Registrato
FrancescoViola
nuovo miloto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 12



WWW
« Risposta #8 inserito:: 09 Ottobre, 2009, 16:41:01 »

da tempostretto.it:

Cronaca
09/10/2009

Lo sfogo di una cittadina: “Chiedo aiuto da mesi ma nessuno mi ascolta...”

L'alluvione che lo scorso primo ottobre ha travolto e seminato morte nei villaggi della zona sud evoca paura tra i cittadini della zona che trascorrono ormai le giornate con il terrore che quelle montagne possano tornare ad uccidere.


Di seguito vi proponiamo la lettera di una cittadina, residente a Mili San Marco, che l'incubo della frana l'ha vissuto già il 29 gennaio del 2008....

http://www.tempostretto.it/8/index.php?location=articolo&id_articolo=20926
Registrato
pietro
amor vincit omnia
Administrator
Jr. Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 99


WWW
« Risposta #9 inserito:: 10 Ottobre, 2009, 01:01:11 »

 Ciao  Francesco , ecco la foto della frana  del 29 genn. 2008 di cui parla la sig.a Carla B. di Mili san Marco

   
Registrato
biagio
Low Moderator
nuovo miloto
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 19



WWW
« Risposta #10 inserito:: 14 Ottobre, 2009, 00:53:55 »

Citazione di: Sonia76 in urlobox
finalmente hanno ritrovato i corpi dei due fratellini.......a 10m di profondità e a 300m da casa...

Triste continuazione di questa infinita tragedia.... stamattina ancora montagne di fango nonostante ne abbiano già tolto a vagonate. Ieri sera tornando a casa mi ha colpito molto la desolazione. Nulla di nuovo lo so, ma toccarlo con mano fa una certa impressione, davvero! In strada nessuna macchina parcheggiata, fango ovunque, buio, "freddo" un paese fantasma. A più di dieci giorni di distanza sono ben visibili e chiare le ferite causate da quella enormità di acqua venuta giù in poche ore. Alcune frane non sono ancora stabilizzate e tutte le strade provinciali colpite dal naufragio, dalla vallata di Pezzolo, Giampilieri fino Itala, hanno subito in alcuni punti danni seri a tal punto da renderne necessaria la chiusura al transito per motivi di sicurezza. Non so....  una cosa del genere significherebbe solo abbandonare per sempre questi luoghi. Mi piange il cuore!
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!
 

WEBMASTER

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it