Home  L'angolo della poesia L'angolo della poesia  Avvenimenti e opinioni Avvenimenti e opinioni  Tema libero in piazza Tema libero in piazza   
 
Tutto PAESEMILI
  *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Pagine: [1]   Vai giù
Stampa
Autore Discussione: Piazzale Loreto,-L'Origine dell'Attuale Pericolosa Situazione Mondiale-  (Letto 314 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
the boss
Global Moderator
Jr. Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 87


« inserito:: 04 Aprile, 2017, 09:19:33 »

 temporalesco   L'esibizione in Piazzale Loreto dei cadaveri di Mussolini,della Petacci e di altri diciotto Gerarchi Fascisti è diventata il Simbolo Negativo dell'Aprile 1945,descritta da una bibliografia ricchissima e
ampiamente documentata dalle riprese cinematografiche e dalle immagini fotografiche .
I fatti sono noti : I Cadaveri Eccellenti del regime,fucilati il giorno prima a Como,vengono portati
a Milano nella notte di Domenica 29 Aprile.         La notizia fa il giro dei quartieri prima che -radio
milano libera- ne informi la cittadinanza. Appena albeggia,la gente comincia ad affluire : vi sono
uomini,donne e gli "immancabili" partigiani armati : una folla numerosa che aumenta di momento in
momento,operai e borghesi,giovani e anziani,volti scavati dalla penuria della guerra e corpi ben nutriti dalla Speculazione del Mercato Nero degli Industriali .
I primi arrivati si assiepano attorno ai cadaveri,tra stordimento ed eccitazione,guardano con occhi attoniti i potenti di ieri,si chinano per constatare ancor più da vicino : chi arriva quando la piazza è già gremita,sale sulle camionette ferme per vedere meglio,oppure si fa largo a spintoni per raggiungere le prime file.Nelle strade che affluiscono nel piazzale (viale Brianza,viale Abbruzzi,
viale Monza) c'è una fiumana confusa di passi affrettati,di biciclette,di commenti scambiati al volo fra gente che neppure si conosce . Il picchetto partigiano,che fa il servizio d'ordine attorno
ai cadaveri,si sforza di mantenere la folla a distanza ma è costretto a indietreggiare,sempre più pressato dalla calca:--- In segno di irrisione, forse per renderlo meglio visibile qualcuno appoggia il capo di Mussolini sul petto della Petacci---.
A calamitare i milanesi verso il piazzale è una curiosità morbosa,nella quale si mescolano emozioni contrastanti : c'è l'ansia di constatare che il Duce è morto davvero,e con lui la sua guerra e il suo regime ; c'è l'eccitazione di sentirsi protagonisti di un avvenimento irripetibile;c'è il fervore
che da quattro giorni attraversa la città insorta .
Oreste Del Buono,allora ventenne,è tra la folla : =" Era passato il tempo delle adunate spontanee
e desiderose di vedere o di sentire il Duce parlare . Ora si andava avanti  come se finalmente si
volesse una spiegazione finale da Lui che si sapeva non poteva dare perchè era stato assassinato,...si vociavano rancori,giustificazioni,lamenti,alibi,esecrazioni ;in quella situazione mi sentivo di aver perso vent'anni della mia vita ="
In quella folla sempre più numerosa e incontenibile,che senza aver conoscenza dei fatti,dei misfatti e dei tradimenti dei Veri Colpevoli della Disfatta  "-GENERALI ed AMMIRAGLI- delle Forze
Armate", con le proprie sofferenze causate da questi Soggetti,la curiosità si converte in esasperazione che toglie i freni inibitori e fa esplodere le rabbie covate negli anni neri del conflitto,contro quei morti come già detto più volte incolpevoli della Disfatta.
Ma ecco l'Orrore, ; - PRIMA SONO IMPRECAZIONI CHE SI LEVANO DAGLI ANIMI PIù ECCITATI,
INSULTI AL DUCE, ALLA SUA AMANTE,IRRISIONI AL SUO POTERE FINITO. POI è LA VIOLENZA SUI
CADAVERI : C'è CHI LI COLPISCE A CALCI,CHI LI OLTRAGGIA CON SPUTI E URINA,CHI LI BATTE CON FRUSTE E BASTONI CHI LI COPRE DI FANGO E DI STERCO. IL CORPO DI MUSSOLINI è IL PIù BERSAGLIATO,FRA FURORE E SCHERNO,UNA SIGNORA VEDOVA DI GUERRA ESTRAE UNA PISTOLA E GLI SPARA CINQUE COLPI,ALTRE,PER DILEGGIO,GLI METTONO IN MANO UN GARGLIADETTO FASCISTA SPEZZATO,ALTRI ANCORA UNO SCETTRO DA BURLA; C'è CHI PERSINO CERCA DI INFILARGLI IN BOCCA UN TOPO MORTO . INSULTI,GRIDA,COLPI D'ARMA DA FUOCO; UN'ATMOSFERA CUPA,IN CUI SI MESCOLANO RABBIA,SOFFERENZA,DISPERAZIONE E IL FURORE IRRAZIONALE , INCOSCIENTE E INCONSAPEVOLE DI QUANTO AVVENUTO PRIMA NEI CAMPI DI BATTAGLIA AD OPERA DEI VERI TRADITORI .
A metà mattinata il servizio d'ordine partigiano,che sino allora ha fatto soltanto da filtro allontanando con la forza i più esagitati,decide di sottrarre i corpi allo scempio e di esporli alla vista : è un'esposizione macabra,e degna di una tribù di Cannibali o di Mangiatori di Teste dell'Africa Nera .Uno dopo l'altro,i cadaveri sono trascinati al vicino distributore di benzina e appesi al traliccio,con i piedi in aria e la testa in giù ; i vestiti scivolano verso il basso,le braghe
si rigonfiano alle ginocchia,si scoprono braccia e polpacci,per decenza qualcuno annoda la gonna della Petacci .  C'è ancora il lancio di qualche oggetto contro i corpi che dondolano nel vuoto,qualche bastone che si protende verso le braccia rilasciate come in un gesto estemo di resa,ma l'esposizione sembra calmare la folla incosciente .
Alle 14,per l'intervento dell' "Eroico Comando Militare Americano" e dei dirigenti del "Comitato di Liberazione dell'Alta Italia", la Lugubre Scena si conclude,i corpi martoriati vengono staccati dal distributore di benzina e portati all'obitorio e successivamente deposti in improvvisate casse di legno.      La folla si dirada lentamente come formiche dopo un improvvisato pasto,mentre qualcuno provvede a pulire il selciato dalle orride macchie con una pompa .

I MILANESI DI PIAZZALE LORETO ( O,ALMENO,MOLTI DI LORO) SONO CERTAMENTE GLI STESSI
CHE HANNO ESULTATO PER LA PROCLAMAZIONE DELL'IMPERO,CHE HANNO APPLAUDITO LE BATTAGLIE DEL GRANO,DELLA LIRA  A QUOTA NOVANTA E A TANTE CONQUISTE ED OPERE DEL FASCISMO .

P.S. -Per chi non lo sapesse la cassa contenente i resti del duce per anni fu celata in un
armadio,forse di un convento di cappuccini e solamente nel 1957 fu restituita alla famiglia,
dal "Governo Italiano",dopo, come ultimo sfregio aver...sentite !...SEGATO IN DUE PARTI L'ORMAI
IRRICONOSCIBILE SALMA . Essa riposa a Predappio,nel cimitero di San Cassiano,dove vi sono spesso sia Commemorazioni e sia Vilipendi,ciò dimostra  l'Eterna Divisione a cui è soggetto
ancora il Popolo Italiano,per colpa di incompetenti e meschini che si sono eretti a "Governanti" .


                                                            Afro
« Ultima modifica: 04 Aprile, 2017, 09:30:20 da the boss » Registrato
Pagine: [1]   Vai su
Stampa
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
 

WEBMASTER

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it