Home  L'angolo della poesia L'angolo della poesia  Avvenimenti e opinioni Avvenimenti e opinioni  Tema libero in piazza Tema libero in piazza   
 
Tutto PAESEMILI
  *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Pagine: [1]   Vai gi¨
Stampa
Autore Discussione: Extraterrestri e/o DivinitÓ  (Letto 263 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
the boss
Global Moderator
Jr. Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 82


« inserito:: 05 Marzo, 2017, 11:31:44 »

 Afro
        Prima di fare altre Osservazioni sulla materia Mussoliniana,che ho giÓ in programma,vorrei
aprire una  parentesi  su un' argomento che seguo assiduamente fin dalla mia giovent¨ .

---Gli Extraterrestri possono vivere con una nozione del tempo assai diversa dalla nostra .
Alcuni pianeti,pi¨ progrediti,possono ospitare civiltÓ che durano per milioni se non per miliardi di
anni e durante i quali queste EntitÓ raggiungono capacitÓ fisiche,mentali e spirituali che non possiamo nemmeno immaginare.          I Veda,i testi Sumeri,le stesse scritture Bibliche e molti
altri pi¨ conosciuti e non,ci narrano di DivinitÓ che sono al di lÓ del Tempo e dello Spazio;
a noi essi sembrano Eterni,proprio come l'uomo pu˛ sembrare eterno ad una effimera farfalla,la
cui vita pu˛ durare poche delle nostre ore.  Coloro che ci guardano dallo Spazio,possono aver
sorvegliato la Terra e molti altri pianeti per milioni e milioni di anni ed aver visto molte civiltÓ sor-
gere e decadere,quando le nostre terre erano nei fondali degli oceani e le montagne delle scogliere sulla riva del mare.           Gli Esseri Spaziali potrebbero tornare sulla Terra pi¨ volte nei
millenni e questi sarebbero per noi casi rari,isolati e avvolti di misteri,mentre per loro che percorrono la nostra Galassia e magari le altre pi¨ lontane,le visite nei millenni non sarebbero altro che dei "Pattugliamenti" sistematici .     I Visitatori dello Spazio,le cui menti e le cui perce-
zioni operano su piani a noi del tutto sconosciuti,devono trovare difficile comunicare con noi,proprio come noi troviamo difficile comunicare con i Pigmei delle foreste africane;
Infatti le comunicazioni fra civiltÓ che non hanno reciproche esperienze sono assai difficili e dense di incognite,per cui questi  "Dei" a tutti gli effetti hanno preferito nel corso di tempi imme-
morabili una prassi di comportamenti volta spesso ad un puro e mero controllo dello svolgimento della vita su questo e su altri pianeti.
Certo Ŕ che tutto ci˛ pu˛ rientrare nel campo delle ipotesi, per˛ la infinita vastitÓ del Cosmo
ci porta a concludere,come fece il grande drammaturgo inglese Shakespeare,nel suo Amleto :
CI SONO PIU' COSE IN CIELO E IN TERRA,ORAZIO,DI QUANTE NE SOGNI LA TUA FILOSOFIA ! .

                                                                                                           ballerini
« Ultima modifica: 07 Marzo, 2017, 15:08:14 da the boss » Registrato
Pagine: [1]   Vai su
Stampa
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC
XHTML 1.0 valido! CSS valido!
 

WEBMASTER

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it