Home  L'angolo della poesia L'angolo della poesia  Avvenimenti e opinioni Avvenimenti e opinioni  Tema libero in piazza Tema libero in piazza   
 
Tutto PAESEMILI
22 Maggio, 2019, 18:41:19 *
Benvenuto! Accedi o registrati.

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
 
   Indice   Aiuto Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: La Leggenda di Messina  (Letto 2997 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
the boss
Global Moderator
Full Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 110


« inserito:: 02 Gennaio, 2015, 16:28:41 »

 arrabbiato                       28 Dicembre 1908
Di chi fu la colpa della "Distruzione" di Messina?La forza cieca della Natura,la volontà di un fantomatico "Dio",la Violenza Idiota dell'uomo o la concomitanza di tutte e tre i motivi messi assieme ?. . .per me più di ogni altra cosa,opto per la
terza soluzione,e come in seguito proverò in questo sito fornendo all'Amico Dott.
Pietro Bitto,le Prove Documentali di quanto l'Umana Bestialità ed ingordigia può perpretare ai danni del Prossimo,più del famoso detto -L'Occasione fa l'uomo Ladro
e quale buona occasione per questi Grandi Sciacalli,ormai defunti da un bel pò,ma di cui purtroppo ne rimane la Torbida Discendenza,fu il buttarsi famelici sul cadavere quasi smembrato della Messina del 1909 ?
Gli stessi Giornali dell'epoca,di cui fornirò come prova i tre più significativi,portavano
 a caratteri cubitali. . .1)MESSINA RASA AL SUOLO - 2)MESSINA PER DUE TERZI
DISTRUTTA - 3) MESSINA E' MEZZO DISTRUTTA .
Ciò sta a dimostrare come  il potere finanziario interessato alla futura ricostruzi-
one (o DISTRUZIONE) cominciava ad influenzare l'opinione pubblica cercando di
creare confusione sulla vera entità del disastro,in un'epoca in cui la capacità
di divulgazione degli allora MASS MEDIA era lenta e distante anni luce dalle
potenzialità attuali - Lo stesso Architetto Nino Principato ne è Autorevole Assertore.                  In una cartella del mio computer,fra l'altro,ho raggruppato diverse Foto,che Testimoniano le Insulse Bugie che i detentori del potere,dopo il sisma avevano formulato .
Di questa cartella,ne porterò adesso alcuni esempi preliminari ;
A - Immagini che ritraggono la parte iniziale della famosa Palazzata pressocchè
     intatta fino all'attuale sede dell'INA,e cioè subito dopo il Municipio anch'esso
     intatto,dimostrando così come essa fosse distrutta o perlomeno danneggiata
     in più punti solo a Metà .
B - La Camera di commercio che si trovava nella prospiciente piazza municipale
     sulla via Garibaldi,era quasi intatta assieme alla corona degli Edifici che vi si
     affacciavano.
C - File di Edifici,situati in parecchie vie,Garibaldi,1^ Settembre,Cardines(oggi V.
     C.Battisti),V.S.Martino,P.zza Stazione,Torr. Portalegni (Oggi V.Tomm.Cann.)
     . . .ecc.,anch'essi intatti.
D - Chiese,che con un'Opera  di manutenzione e restauro potevano be-
     nissimo essere recuperate ...come quelle di S.Gregorio,S.Anna,della  
     Maddalena...per citarne alcune.
E - La Prova dell'Esistenza di DUE mappe della Città,di cui una purtroppo ufficia-
     le per volere dei predetti "SOLITI IGNOTI",che mostra una città distrutta
     al 95/100,ed un'ALTRA nascosta da qualche "SANTO CRUMIRO",a futura
     testimonianza,che mostra,anche se a macchia di leopardo,come già afferma-
     to dalle Foto,le zone di tanti edifici in piedi,poco danneggiati e facilmente
     recuperabili ! ! !


TUTTO CIO'  PER FAR ARRICCHIRE SIA IL PROPRIETARIO DI UNA DITTA CALABRESE FABBRICANTE CANDELOTTI DI DINAMITE (QUANTO STRAZIO NEL VEDERE AD ESEMPIO L'IMMAGINE DEL MUNICIPIO NEL 1913 TUTTO SFORACCHIATO PER LA POSA DELL'ESPLOSIVO)E PARENTE DI UNO DEI COMMISSARI DEL TERREMOTO E SIA GLI SPECULATORI EDILIZI LOCALI E QUELLI
SCIAMATI COME LOCUSTE DAL NORD PER ACCAPARARSI I TERRENI DOVE SONO SORTI A DETTA DI MOLTI CITTADINI D'OGGI E COME SI PUO' FACILMENTE
CONSTATARE,FACENDO UN GIRO PER LA CITTA',LA CORTINA DEL PORTO COMPRESA CHE A RAGIONE SI PUO' DEFINIRE UNA CORTINA DI FERRO E NEANCHE UN SURROGATO DELLA COMPIANTA PALAZZATA CHE DAVA LUSTRO A
MESSINA TANTO DA ESSERE DEFINITA ED A RAGIONE LA VENEZIA DEL SUD,
...DOVE SONO SORTI RIPETO DELLE AUTENTICHE SCHIFEZZE DEGNE D'UN
ENORME QUARTIERE MALFAMATO DI CASE POPOLARI   !

Concludo auspicando che se esiste un'Anima di una Città,possa quella di
Messina Antica ridurre in estrema Povertà e cancellare dalla faccia della
terra almeno i Discendenti di quelle BESTIE .! ! !
« Ultima modifica: 12 Gennaio, 2015, 08:57:04 da pietro » Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.9 | SMF © 2006-2008, Simple Machines LLC XHTML 1.0 valido! CSS valido!
 

WEBMASTER

MKPortal ©2003-2008 mkportal.it